PATIENT EDUCATION

L'educazione del paziente in termini di patologia,
di comportamento corretto e di trattamento farmacologico.

Che cos’è? A cosa serve?

L’allopurinolo è un farmaco utilizzato nel trattamento della gotta. Ha una duplice azione:

  1. riduce la produzione di acido urico da parte dell’organismo;
  2. previene l’insorgenza dell’attacco di gotta  (ma non blocca l’attacco di gotta quando è insorto).

 

Quali sono le sue principali controindicazioni?

  • gravidanza ed allattamento;
  • ipersensibilità verso i componenti del prodotto stesso;
  • attacco acuto di gotta in corso (l’allopurnolo deve essere sospeso se, in corso di somministrazione compare un attacco acuto).

 

Quali sono le sue principali avvertenze e precauzioni all’uso?

Il paziente deve comprendere bene il meccanismo di azione e sapere che:

  • l’allopurinolo all’inizio del trattamento, potrebbe addirittura scatenare un attacco di gotta. Per evitare questa possibilità, si consiglia di iniziare il trattamento con una dose di 100 mg/die (mantenendo la somministrazione di colchicina) per la prima settimana, passando a 200 mg/die la seconda settimana ed aumentando di ulteriori 100 mg/die ad intervalli settimanali, sino al raggiungimento della dose di mantenimento che consente di mantenere i livelli ottimali di uricemia (<6 mg/dl).

 

Qual è il dosaggio medio previsto di trattamento?

Il dosaggio medio, di mantenimento, previsto dalla scheda tecnica è di 300 mg/die. Se i valori dell’uricemia continuano ad essere elevati nonostante il trattamento tale dosaggio può essere aumentato, su indicazione del medico, sino ad un massimo di 800 mg/die.
Attenzione: al paziente deve essere ricordato che l’alcool e l’aspirina riducono l’efficacia del farmaco e che, la vitamina C, assunta a dosi elevate, favorisce la formazione di calcoli renali (in soggetti predisposti).

 

Come e quando si assume l’allopurinolo?

L’allopurinolo si presenta sotto forma di compresse da assumere per bocca, preferibilmente dopo i pasti, in una unica somministrazione.