PATIENT EDUCATION

L'educazione del paziente in termini di patologia,
di comportamento corretto e di trattamento farmacologico.

Il termine inglese “literacy”esprime sia “l’abilità di leggere e scrivere” che “ la competenza o la conoscenza in uno specifico settore”.

Il termine health literacy, che è sempre più di uso comune quando si parla di promozione della salute, esprime il grado di abilità cognitiva, che consente la corretta interpretazione delle informazioni relative alla gestione dello stato di salute. Un buon livello di health literacy permette, ad esempio, di gestire adeguatamente una serie di criticità e di  avere la piena comprensione di come le diverse tappe di un percorso assistenziale.
I soggetti con minimi livelli di health literacy non sono in grado di leggere e di comprendere adeguatamente le prescrizioni mediche e le schede informative dei farmaci.
È ormai ampiamente dimostrato dalla letteratura che un elevato livello di health literacy si associa con una buona compliance, una buona aderenza alle prescrizioni e con un più razionale ed efficace utilizzo dei servizi per la tutela della salute. All’opposto, i soggetti con una bassa health literacy non utilizzano adeguatamente i servizi di prevenzione e sono fatalmente candidati ad utilizzare i servizi di emergenza, per la limitata capacità di interpretare e comunicare i sintomi e di gestire in modo appropriato i percorsi di diagnosi e terapia.
Un minor grado di health literacy è più frequente in soggetti anziani, in presenza di un basso livello di scolarità, in soggetti indigenti, negli immigrati. Per poter valutare il livello di health literacy sono stati proposti test semplici, che esplorano le capacità cognitive dell’individuo ed evidenziano le lacune e le difficoltà di tipo cognitivo ed interpretativo.
Uno dei test più popolari negli Stati Uniti per la valutazione della health literacy consiste nel far leggere 64 termini medici al paziente. In base al numero di parole pronunciate correttamente, viene calcolato il suo grado di health literacy.
I soggetti che riescono a pronunciare meno di 18 parole non sono capaci di leggere la maggior parte del materiale informativo più semplice. Questi pazienti hanno bisogno di ripetute istruzioni verbali e/o materiale informativo ricco di illustrazioni e/o materiale audiovisivo. In questi soggetti è importante pianificare periodiche verifiche delle istruzioni ricevute.
I soggetti che riescono a pronunciare da 19 a 44 parole sono in grado di comprendere materiale informativo più semplice.
I soggetti capaci di pronunciare correttamente 45-60 parole non avranno problemi con la maggior parte del materiale educativo. Anche per questi soggetti può essere utile però il ricorso a materiale informativo più semplice.
I soggetti capaci di pronunciare correttamente da 61 a 66 parole sono in grado di leggere il normale materiale educativo destinato ai pazienti.

Le parole utilizzate nel test sono riportate nella tabella 1.

TABELLA 1 - Health Literacy Test
(New York Times -
January 30, 2007) http://www.nytimes.com/2007/01/30/health/30brody-chart.html?_r=1&pagewanted=p...

How many of these words can you read aloud and pronounce correctly, each within five seconds? Start with the first column, reading down. Skip those you cannot read.

Fat   

Fatigue

Allergic

Flu

Pelvic

Menstrual

Pill

Jaundice

Testicle

Dose

Infection

Colitis

Eye

Exercise

Emergency

Stress

Behavior

Medication

Smear

Prescription

Occupation

Nerves

Notify

Sexually

Germs

Gallbladder

Alcoholism

Meals

Calories

Irritation

Disease

Depression

Constipation

Cancer

Miscarriage

Gonorrhea

Caffeine

Pregnancy

Inflammatory

Attack

Arthritis

Diabetes

Kidney

Nutrition

Hepatitis

Hormones

Menopause

Antibiotics

Herpes

Appendix

Diagnosis

Seizure

Abnormal

Potassium

Bowel

Syphilis

Anemia

Asthma

Hemorrhoids

Obesity

Rectal

Nausea

Osteoporosis

Incest

Directed

Impetigo