CLINIMETRIA

La clinimetria nella pratica clinica ha acquisito nel tempo
un ruolo sempre più importante.

Ritchie DM, Boyle JA, McKinnes JM, Jasani MK, Dalakos TG, Grieveson P, et al. Clinical studies with an articular index for the essessment of joint tenderness in patients with rheumatoid arthritis. Q J Med 1968;37:393-406

L'indice esamina 63 articolazioni, incluse le interfalangee distali delle mani, mediante l’utilizzo del "grading system", per la presenza di dolorabilità alla pressione o di dolore alla mobilizzazione . Le articolazioni vengono valutate mediante il ricorso ad una scala ordinale compresa fra 0 e 3, dove: 0= non dolente; 1= dolente; 2= dolente alla palpazione, il paziente sobbalza; 3= dolente alla palpazione, il paziente sobbalza e si ritrae. Per quanto attiene i compartimenti articolari (es. metacarpofalangee, interfalangee prossimali, metatarsofalangee ecc.), deve essere considerato globalmente il punteggio più alto attribuito alla singola articolazione dell’intero compartimento.


Clicca sull'immagine per ingrandirla