La polimialgia reumatica è una malattia a carattere autolimitante e ciò comporta la possibilità della sospensione della terapia steroidea una volta raggiunta la remissione clinica e di laboratorio a dosaggi progressivamente decrescenti.

La durata della terapia è generalmente di 1–2 anni anche se, in alcuni pazienti, si rende necessario un periodo più prolungato di terapia sia pure a dosaggi minimi di cortisonico.