La terapia cortisonica protratta in pazienti con polimialgia reumatica determina quasi sempre una vasta gamma di effetti collaterali, quali:

aumento di peso,

osteoporosi,

cataratta,

fragilità cutanea,

aumento di valori pressori.

Le variazioni di pressione arteriosa, glicemia, colesterolemia e potassiemia presentano una ampia variabilità interindividuale in rapporto alla presenza o meno di preesistenti anomalie endocrino-metaboliche.

Nei pazienti con glaucoma, lo schema di terapia cortisonica deve essere accuratamente concordato con l’oculista, in rapporto ai livelli di pressione oculare. In corso di terapia cortisonica è inoltre frequente la comparsa di crampi muscolari dovuti ad ipopotassiemia iatrogenica.